Thursday 04 Jun 2020

You are here Maschera d`Oro 32^ edizione 2020 32ª "Maschera d'Oro": sabato 22 febbraio "Equus" di Peter Shaffer

32ª "Maschera d'Oro": sabato 22 febbraio "Equus" di Peter Shaffer

Terzo appuntamento sabato 22 febbraio alle 21, al Teatro San Marco di Vicenza, con la 32ª edizione del Festival Maschera d'Oro, concorso nazionale organizzato dal Comitato veneto della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita) in collaborazione con Regione del Veneto, Comune di Vicenza, Il Giornale di Vicenza e Confartigianato Imprese Vicenza e con il patrocinio, tra gli altri, di Presidenza della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Amministrazione Provinciale di Vicenza e Fita nazionale.

A salire sul palcoscenico sarà la compagnia Teatro Drao & TeaTroTre di Ancona, formazione nata nel 2008 dalla fusione di due gruppi già da tempo attivi in stretta collaborazione. Sul palcoscenico del San Marco gli attori marchigiani, diretti da Davide Giovagnetti, proporranno "Equus", potente testo di Peter Shaffer, drammaturgo britannico (1926-2001) noto tra l'altro per "Amadeus", che gli valse il premio Oscar per la sceneggiatura non originale del film diretto da Miloš Forman.
La vicenda di "Equus" è narrata in prima persona da Martyn Dysart, uno psichiatra tanto stimato per la sua carriera professionale quanto insoddisfatto della propria vita personale, piatta e senza emozioni. Un'amica magistrato, Hester Salomon, lo convince ad occuparsi di Alan Strang, un diciassettenne che all'improvviso, dopo essersene preso cura per mesi, ha accecato alcuni cavalli della scuderia in cui lavorava. Martyn inizia così un'indagine attraverso la psiche del giovane, che fa emergere le distorsioni del rapporto con una madre cattolica osservante e un padre ateo e le loro ripercussioni sulle sue esperienze. Ma il percorso di cura di Alan si fonderà ben presto con la ricerca intima di Martyn.
L'opera di Shaffer, presentata nel 1973, è stata un grande successo teatrale, interpretato tra gli altri da Anthony Hopkins, Tom Hulce, Anthony Perkins e Daniel Radcliffe. È stata proposta anche in versione cinematografica nel 1977, per la regia di Sidney Lumet, con Richard Burton e Peter Firth.
Sul palcoscenico saranno impegnati lo stesso Davide Giovagnetti, Alessandro D'Elia, Monia Silvestri, Roberto Cardinali, Patrizia Giacchetti, Omar Barbieri, Marco Barchiesi, Alessandro Brecciaroli e Luca Crescioli. Musiche originali di Luca Lampis.
Lo spettacolo è stato scelto, insieme a "La colpa è del giardino" di Edward Albee (di scena sabato 7 marzo, con la compagnia I Pinguini di Firenze), per il concorso di critica "La Scuola e il Teatro", riservato agli studenti delle scuole superiori.
La formazione vincitrice della Maschera d'Oro conquisterà anche il 26° Premio Faber Teatro, messo in palio da Confartigianato Imprese Vicenza: chi lo otterrà potrà esibirsi per una sera, il prossimo maggio, all'Olimpico di Vicenza, opera del Palladio e teatro coperto più antico del mondo.

Il Teatro San Marco si trova in contrà S. Francesco, 76. Biglietti in prevendita nella sede di Fita Veneto, in stradella delle Barche, 7 a Vicenza (tel. 0444 324907, al mattino dal lunedì al venerdì): 10 euro gli interi, 8.50 i ridotti. La biglietteria del San Marco apre il sabato di spettacolo alle 19 (tel. 0444 921560).

 

Notizie dei Comitati Provinciali