Tuesday 18 Jun 2024

You are here Fita Veneto Pillole di Teatro: il re del monologo è Mariano Agostinelli

Pillole di Teatro: il re del monologo è Mariano Agostinelli

È il padovano Mariano Agostinelli il vincitore della terza edizione del Festival regionale del monologo "Pillole di Teatro", promosso dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita) del Veneto, la cui serata finale si è svolta venerdì 8 settembre a Rovigo, in una piazza Annonaria "sold out".

L'attore, che recita nella compagnia La Cittadella del Musical di Cittadella, ha conquistato la vittoria con un brano tratto da "Novecento" di Alessandro Baricco: «La sintesi operata sul testo – si legge nella motivazione della giuria, composta dalla giornalista Sofia Teresa Bisi, dall'operatore teatrale e regista Emilio Milani e dall'attore Filippo Maria Covre – rende comprensibile in pochi minuti la storia originale nella sua interezza. Apprezzabile lo studio corporeo della nevrosi del protagonista, elemento di originalità e di caratterizzazione dello stesso. Regia curata e attenta a sottolineare i movimenti interpretativi del personaggio».

Il premio del pubblico è invece andato a Roberto Pinato di Rovigo, che ha proposto "Oggi interrogazione" da "Io per voi, un libro aperto" di Enrico Brignano.

Una bellissima serata di teatro, quella che ha concluso il Festival, realizzata con il sostegno della Regione del Veneto, con il patrocinio della Provincia di Rovigo e con il patrocinio e il contributo del Comune di Rovigo e di Fondazione Rovigo Cultura. Oltre 350 gli spettatori accorsi in piazza Annonaria per quello che, nato proprio a Rovigo come evento provinciale e da tre anni divenuto regionale, si è rivelato fin da subito un appuntamento amato e atteso, realizzato da Fita Veneto d'intesa con i propri Comitati provinciali di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza e con i Comuni che, tra giugno e luglio, ne hanno ospitato le selezioni.

Tanti applausi anche per gli altri sfidanti: Elena Tomasi di Rovigo, Anna Bernardi e Pasqualina Milano di Treviso, Giulia Giordano e Matteo Bertassello di Verona, Luana Scomparin e Paolo Ius di Venezia, Erika Magnabosco e Marcello De Boni di Vicenza.

Alla finale ha voluto portare un saluto speciale il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo, che a nome dell'Amministrazione comunale ha sottolineato «il valore culturale della serata, che ha messo in evidenza le tante sfaccettature del teatro» e «la bellezza di ospitare in una piazza Annonaria così piena un pubblico proveniente da tutto il Veneto». Tra i presenti, anche il vicesindaco e assessore al Bilancio, Roberto Tovo, l'assessore alla Cultura, Benedetta Bagatin, il presidente della Banca del Monte di Rovigo, Giorgio Lazzarini, il presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine, Virgilio Santato, e il senatore Bartolomeo Amidei, che ha espresso un plauso al concorso e alla qualità delle esibizioni.
Condotta dalle presidenti provinciali Fita di Rovigo, Roberta Benedetto, e di Treviso, Sladana Reljic, la serata ha visto la
partecipazione del presidente regionale Fita Veneto, Mauro Dalla Villa (che nel suo saluto ha ricordato Pierluca Donin, recentemente scomparso, come un grande appassionato di teatro), dei componenti del Consiglio regionale Fita e degli altri presidenti provinciali della Federazione.

«Una volta di più – ha commentato Dalla Villa – non possiamo che essere molto soddisfatti per il successo di questo concorso, apprezzato sia dagli interpreti che dal pubblico e affermatosi, in pochi anni, come una delle punte di diamante dei nostri festival. Questi appuntamenti fanno bene al teatro, perché richiamano un pubblico desideroso di assaporare una varietà di generi e di stili recitativi e siamo lieti – ha concluso il presidente Fita Veneto - di poter offrire questo tipo di formula e con una qualità di ottimo livello, come ha confermato anche questa finale».
Per Mariano Agostinelli la vittoria al Festival "Pillole di Teatro" vale l'accesso diretto alla finalissima di un Festival interregionale del monologo che si svolgerà nel 2024.

Foto: Daniele Turcato