Wednesday 17 Aug 2022

You are here Fita Veneto Festival Regionale "Pillole di Teatro": i dodici finalisti

Festival Regionale "Pillole di Teatro": i dodici finalisti

Ora non resta che aspettare venerdì 2 settembre, quando a Rovigo, alle 21 in piazza Annonaria, si svolgerà la finalissima della seconda edizione del Festival regionale del monologo "Pillole di Teatro", concorso promosso dal Comitato veneto della Federazione Italiana Teatro Amatori – FITA, d'intesa con i suoi Comitati provinciali e con i Comuni ospitanti delle singole selezioni, svoltesi nelle ultime settimane.

Alla serata, che sarà organizzata con il sostegno di Fondazione Rovigo Cultura, saranno in lizza i dodici campioni provinciali: le vincitrici della selezione per Padova Sara Agostini dei Magica Bula, in "Chi ha paura di Virginia Wolf" di Edward Albee, ed Ermanna Terzo della Compagnia Stabile Città Murata in un monologo liberamente tratto da "Le donne alle Tesmoforie" di Aristofane; per la provincia di Rovigo, Alberto Felisati de El Canfin di Baricetta, ne "La notte poco prima della foresta" di Bernard-Marie Koltès, e Maurizio Noce di Proposta Teatro Collettivo di Arquà Polesine, in "Mi' padre è morto partigiano" di Roberto Lerici; per la provincia di Treviso, Pasqualina Milano de La Caneva di Lorenzaga, con "La bibbia dei villani - Monologo di Eva" di Dario Fo, e Maura Sponchiado di Arte Povera di Mogliano Veneto, con "Sono solo parole" di Paola Cortellesi e Stefano Bartezzaghi; per Venezia, Grazia Feroce, de La Goldoniana di San Stino di Livenza, con un brano da "La rosa tatuata" di Tennessee Williams, e Serena Tenaglia, de La Bottega di Concordia Sagittaria, con "Peccato" da "Femmine da morire" di Filippo Facca; per Verona, Antonio Guardalben de La Bottega delle Arti di Villa Bartolomea, con un brano dal "Faust" di Johann Wolfgang von Goethe, e Giovanni Vit de La Graticcia di Verona, in un monologo tratto da "La folle Verona di Shakespeare" di Berto Barbarani e Marino Zampieri, ispirato a "Romeo e Giuletta" di William Shakespeare; per Vicenza, Massimiliano Parolin de La Colombara di Breganze, che proporrà un brano dal film Il lupo di Wall Street di Martin Scorsese, ed Erica Castiglioni de La Ringhiera di Vicenza, con Ogni storia è una storia d'amore di Alessandro D'Avenia.

«Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti dalle selezioni provinciali – commenta il presidente FITA Veneto, Mauro Dalla Villa – sia per l'ottima risposta avuta dal pubblico, che conferma di gradire questa formula di spettacolo, sia per il livello delle performance, che hanno mostrato la varietà e l'impegno dei nostri interpreti».

Il vincitore della finalissima, che sarà decretato da una giuria tecnica, conquisterà di diritto un posto tra i finalisti di un festival nazionale del monologo. Sarà assegnato anche il premio del pubblico.