Monday 03 Oct 2022

You are here Maschera d`Oro 30^ Edizione 2018 30° Festival Maschera d'Oro: alla biblioteca La Vigna mercoledì 31 gennaio si parla di cibo e teatro con Danilo Gasparini, Antonio Stefani e Mariella Fabbris

30° Festival Maschera d'Oro: alla biblioteca La Vigna mercoledì 31 gennaio si parla di cibo e teatro con Danilo Gasparini, Antonio Stefani e Mariella Fabbris

Prendi un critico teatrale come Antonio Stefani, uno storico della cucina come Danilo Gasparini e un'attrice che, come Mariella Fabbris, da anni fa del cibo l'ingrediente di spettacoli emozionanti. Unisci al mix un giornalista esperto di tradizioni e buona tavola come Antonio Di Lorenzo e servi il tutto in una sede quanto mai adatta allo stuzzicante argomento: la Biblioteca Internazionale "La Vigna" di Vicenza, tempio del vino e del gusto che mercoledì 31 gennaio, alle 18, ospiterà "Il teatro è servito: quando il cibo sale sul palco", conversazione inserita tra gli eventi speciali del cartellone ideato dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita) del Veneto per il trentennale della "Maschera d'Oro", il suo festival nazionale ormai pronto ad andare in scena, al Teatro San Marco di Vicenza, da sabato 3 febbraio fino a sabato 24 marzo.

Quella del "cibo in teatro" è una presenza di lunga data: che parte dai più antichi riti nei quali l'arte drammatica affonda le proprie radici, passa per la fame (il più delle volte insoddisfatta) protagonista dei testi di Ruzzante e dei suoi contemporanei, sale fino alle maschere della Commedia dell'Arte e si spinge ancora più avanti nel tempo, attraverso i grandi classici di Shakespeare, Molière, Goldoni, per avvicinarsi ancora di più a noi, arrivando alle vere e proprie ricette portate sul palcoscenico da cuochi sopraffini come Eduardo e approdando, infine, alle esperienze più recenti che fanno del cibo, della sua preparazione e condivisione, un motivo drammaturgico.
Ma da questo rapporto, ripercorso nell'analisi affidata a Stefani, la conversazione si spingerà oltre con Danilo Gasparini. Il docente di Storia dell'Agricoltura e Storia dell'Alimentazione all'Università di Padova sarà infatti invitato a riflettere sul "teatro del cibo": via via sempre più spettacolarizzato, dalla trasformazione in status-symbol per nobili e borghesi fino all'invasione di talent e programmi televisivi dedicati alla cucina, capaci di impressionanti ricadute sulle nostre abitudini quotidiane e sul modo di considerare quello che, un tempo, altro non era se non un basilare istinto di sopravvivenza.
Con Mariella Fabbris (nella foto), infine, il pubblico potrà comprendere come e perché il preparare e consumare un pasto possa farsi "mensa-in-scena", spettacolo nel senso più alto del termine: facendo incontrare cibo e teatro, cioè, in quel terreno comune a entrambi costituito da socialità, condivisione e, perché no, ritualità. Tra i fondatori di Laboratorio Teatro Settimo, realtà di punta della ricerca negli anni '80 e '90, e attrice molto attiva nel sociale, la Fabbris si soffermerà in particolare su due esperienze da lei condotte in questo ambito, fra teatri, cucine e sale da pranzo di tante famiglie in giro per l'Italia: "L'albero delle acciughe" da un racconto di Nico Orengo, dedicato alla bagna cauda, e "Cibo angelico", nel quale l'attrice prepara gli gnocchi raccontando una storia liberamente tratta da "I volatili del Beato Angelico" di Antonio Tabucchi.

L'ingresso alla conversazione è libero. La Biblioteca internazionale "La Vigna" si trova in contrà Porta S. Croce, 3 a Vicenza (vicino alla chiesa dei Carmini). Il Festival "Maschera d'Oro" è organizzato da Fita Veneto con la collaborazione di Regione del Veneto, Comune di Vicenza, Il Giornale di Vicenza, Fita nazionale e Confartigianato provinciale, e con il patrocinio, tra gli altri, del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e della Provincia di Vicenza.