Tuesday 18 Jun 2024

You are here Concorsi Gran Premio Regionale Veneto, iscrizioni entro il 30 marzo 2023

Gran Premio Regionale Veneto, iscrizioni entro il 30 marzo 2023

Le compagnie venete iscritte alla Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA) hanno tempo fino al 30 marzo 2023 per iscriversi alla sesta edizione del Gran Premio Regionale Veneto, concorso che non solo incoronerà la vincitrice veneta, ma le aprirà anche le porte alla finalissima nazionale del Gran Premio del Teatro Amatoriale, divenuto rassegna-concorso live nel 2019 e ospitato in diverse regioni italiane.

Le compagnie possono candidare alla selezione un solo spettacolo, di qualunque genere teatrale. Una commissione di esperti ne sceglierà sei, che saranno visionati da una giuria itinerante entro il prossimo settembre. Da questa rosa di finalisti uscirà il vincitore del Gran Premio Regionale Veneto, destinato quindi a gareggiare nella finalissima nazionale del 2024, dove approderanno i vincitori degli analoghi Premi attivati dai Comitati regionali FITA.

Dal 2019 il concorso ha visto brillare il teatro Fita del Veneto a livello nazionale: nel 2021 vittoria assoluta di Teatroimmagine di Salzano (Venezia) con "La strana storia del Dottor Jekyll e Mister Hide", da Robert Louis Stevenson, scritto e diretto da Benoit Roland e Roberto Zamengo; e nel 2022 premio per il migliore allestimento a Teatro Insieme di Sarzano (Rovigo) per "Le done de casa soa" di Carlo Goldoni, regia di Marna Poletto e Roberto Pinato. A rappresentare il Veneto sarà quest'anno l'Einaudi-Galilei di Verona, vincitore del Gran Premio Regionale con la commedia "Rumori fuori scena" di Michael Frayn (nella foto), per la regia di Renato Baldi e Marco Frassani.

«Ci aspettiamo una bella competizione anche quest'anno - commenta il presidente regionale Mauro Dalla Villa -. Il livello del nostro teatro è in costante crescita e ne abbiamo continue conferme soprattutto in manifestazioni come questa, rivolta alle compagnie nel loro insieme, o come il festival regionale del monologo Pillole di Teatro, che accende invece i riflettori sui singoli interpreti. Il tutto, come sempre, a beneficio del pubblico, che merita spettacoli di qualità e realizzati con impegno».

Il bando completo (file PDF)