Thursday 29 Oct 2020

You are here Compagnie Treviso Tremilioni di Conegliano

Tremilioni di Conegliano

Anno di fondazione: 1993
Presidente: Lucio Zuliani
Indirizzo: Via Ortigara, 50/a - 31015 Conegliano (Tv)
Telefono: 335 8036790
Fax: 0438 450693
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito web: www.tremilioni.it
Referenti: Lucio Zuliani - 335 8036790
Antonio Sartor - 340 8513705 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Spettacoli disponibili


L'AVARO
di Molière

Regia di Antonio Sartor

Tipo di teatro: -

FOTOFOTO     FOTOFOTO     FOTOFOTO
Le vicende si svolgono a Parigi. Il protagonista indiscusso Arpagone (letteralmente rapace, avido arraffatore) non è solo avaro, come Euclione, ma anche usuraio e strozzino, fino a soffocare ogni altro sentimento, anche verso i figli Cleante ed Elisa, che per questo non lo sopportano. La situazione si aggrava quando Arpagone manifesta la sua intenzione di sposare la bella e povera Mariana, amata da Cleante, e di maritare Elisa a un anziano gentiluomo, Anselmo, che l'accetta senza dote. Intanto Cleante ha scoperto nel padre l'usuraio-strozzino a cui si è rivolto per un prestito per poter sposare Mariana. Quando tutto sembra perduto per i due fratelli, accade l'imprevisto...

LA LOCANDIERA
di Carlo Goldoni

Regia di -

Tipo di teatro: lingua, brillante

FOTOFOTO
L'opera è per molti storici la più conosciuta, ammirata, letta e rappresentata delle commedie di Carlo Goldoni. A pungere sul vivo la locandiera Mirandolina e a spingerla ad una sottile vendetta è un cavaliere, ospite della locanda, rude, goffo e misogino che la ferisce nella sua femminilità...

SIOR TODERO BRONTOLON o sia Il vecchio fastidioso
di Carlo Goldoni

Regia di -

Tipo di teatro: dialetto, brillante

FOTOFOTO
Todero è l'indiscusso "patron" di una famiglia rigidamente patriarcale, in cui tutti devono dipendere dal più anziano: il figlio imbelle Pellegrin, la nuora battagliera Marcolina, la timida "nezza" Zanetta, il suo fattore Desiderio col figlio Nicoletto, il vecchio servo Gregorio e la cameriera Cecilia. Ma ecco la novità: arriva la vedova Fortunata a chiedere la mano di Zanetta per il cugino Meneghetto. Todero ha però in progetto di "sistemare" Zanetta con Nicoletto, soprattutto perché così la "dota" rimarrà in casa.