Friday 20 Oct 2017

You are here Fita Veneto LA QUALITÀ DEGLI ALLESTIMENTI, DALL'IDEA AL PALCOSCENICO: DOMENICA 15 OTTOBRE A VENEZIA SE NE PARLA AL CONGRESSO REGIONALE DI FITA VENETO

LA QUALITÀ DEGLI ALLESTIMENTI, DALL'IDEA AL PALCOSCENICO: DOMENICA 15 OTTOBRE A VENEZIA SE NE PARLA AL CONGRESSO REGIONALE DI FITA VENETO

"Dall'idea al palcoscenico" è il titolo del dibattito che domenica 15 ottobre dalle 10, nella ex chiesa di San Leonardo a Venezia, animerà l'annuale congresso regionale veneto della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita): un'occasione preziosa per riflettere su come elaborare una chiara visione registica e su come trasformarla in un prodotto teatrale di qualità, prestando la dovuta attenzione a tutti gli elementi che costituiscono una rappresentazione e arrivando al pubblico in maniera davvero efficace e comprensibile.

Per analizzare l'argomento, cardine dell'attività artistica di ogni compagnia teatrale, Fita Veneto ha scelto di coinvolgere quattro relatori, ciascuno chiamato ad approfondire uno specifico aspetto della materia.
Drammaturgo e storico del teatro, Luigi Lunari sfrutterà allora la sua lunga esperienza in campo teatrale per raccontare "Storie di palco, tra applausi e fischi", andando ad indagare allestimenti e protagonisti della scena di ieri e di oggi.
Una riflessione sull'evoluzione della figura del regista sarà invece affidata a Roberto Cuppone, docente all'Università di Genova ma egli stesso attore, autore e regista, il cui percorso ha spesso incrociato il mondo amatoriale: a lui, dunque, il compito di analizzare questa figura e le sue prospettive.
L'elaborazione di un progetto teatrale, considerato nei suoi tratti essenziali, sarà poi al centro dell'intervento di Pierangela Allegro, performer e formatrice: i suoi consigli in materia di composizione scenica potranno rivelarsi preziosi per chi si occupa di regia, ma anche per chi cura altri aspetti di un allestimento, dalla scenografia ai costumi, dai suoni al disegno luci.
Infine, la parola al critico: il giornalista Franco De Maestri offrirà il punto di vista neutrale di chi è chiamato a giudicare l'esito di un processo creativo, soffermandosi in particolare su tutta quella serie di elementi che possono determinare il successo o l'insuccesso di uno spettacolo.
Il dibattito, coordinato dalla giornalista Alessandra Agosti, sarà preceduto da un intervento del presidente regionale Fita, Mauro Dalla Villa: «In linea con il taglio pratico dato ai nostri congressi in questi ultimi anni - afferma il rappresentante della Federazione - anche in questo caso abbiamo voluto puntare su un tema dalle ricadute immediatamente applicabili dalle compagnie alla loro attività quotidiana: l'obiettivo che ci prefiggiamo è quello di fornire una serie di nozioni concrete in materia, ma anche stimoli a riflettere sul proprio modo di operare, individuandone punti di forza ed eventuali spazi di miglioramento».

L'appuntamento è aperto ai tesserati e al pubblico, a ingresso libero. Registrazioni dalle 9.30. Informazioni su www.fitaveneto.org e allo 0444 324907.