Wednesday 17 Aug 2022

You are here Eventi Festival Regionale "Enzo Duse" Festival Regionale "Enzo Duse": sabato 14 dicembre apertura ufficiale al Teatro Sociale di Rovigo con il debutto di "Maddalena occhi di menta"

Festival Regionale "Enzo Duse": sabato 14 dicembre apertura ufficiale al Teatro Sociale di Rovigo con il debutto di "Maddalena occhi di menta"

Sul palcoscenico la compagnia Teatro Insieme di Sarzano, con la partecipazione dell'Orchestra Giovanile del Conservatorio "F. Venezze", diretta dal M° Luca Paccagnella - Il festival coinvolge altre cinque Amministrazioni Comunali e gode del Patrocinio di Provincia di Rovigo, Città di Venezia, Università Ca' Foscari di Venezia e Associazione Culturale Minelliana di Rovigo

Apertura ufficiale sabato 14 dicembre alle 21, al Teatro Sociale di Rovigo, per il Festival regionale "Enzo Duse", organizzato nel 50° anniversario della morte del drammaturgo veneto (1901-1963) da F.i.t.a. - Federazione italiana teatro amatori del Veneto, nell'ambito dell'accordo di programma fra la Regione e il Comune di Arquà Polesine, e coinvolgendo le Amministrazioni Comunali di Este, Mirano, Rovigo, Vigonza e Villadose, con il patrocinio di Provincia di Rovigo, Città di Venezia, Università Ca' Foscari e Associazione Culturale Minelliana di Rovigo.

Sul palcoscenico salirà la compagnia Teatro Insieme di Sarzano (nella foto), in prima nazionale con la commedia di Duse Maddalena occhi di menta, allestimento realizzato appositamente per il Festival con la regia e l'adattamento di Roberto Pinato, grazie alla collaborazione del Comune di Rovigo e al contributo della Fondazione Rovigo Cultura. Il cast sarà composto da Gianpaolo Targa, Lisa Rossi Milani, Gilberta Zanforlin, Luca Nezzo, Marna Poletto, Lauro Stievano, Claudio Viscardini, Enrico Modica Agnello, Roberta Orlunghi, Teresa Viale e Nicola Civiero. A rendere ancora più speciale l'evento, la partecipazione dell'Orchestra Giovanile del Conservatorio "F. Venezze" di Rovigo, che eseguirà le musiche di scena, sotto la guida del M° Luca Paccagnella. In programma, brani di Janacek (Music for swining club), Tcaikovsky (La bella addormentata), Dudamel (Conga de fuego) e Fauré (Pavana). Scenografie di Laura Gioso e Roberto Pinato, costumi di Mauro Poli, Maestro preparatore dell'Orchestra Daniela Borgato.
La trama. Nella Parigi dei primi del Novecento, Pickman, consulente per signore e signorine che vogliano ritrovare la felicità, vive e lavora con il suo assistente Amleto e la sua "compagna" Olivia. La loro massima è: «La verità è una palla che finisce sempre in rete: se non ci va al primo tocco, la ci si caccia a pedate». Tra clienti e gendarmi che cercano di far luce su possibili imbrogli, arriva Maddalena - fanciulla candida e dagli occhi di menta in grado di convertire i cuori più duri - che chiede... di non essere aiutata. La madre, vecchia fiamma di Pickman e stella decaduta del teatro, vuole farla sposare al figlio di un Duca, che porta in dote tre milioni di franchi. Tra paternità probabili e improbabili, arresti per trovare la libertà e scarcerazioni che riportano in gabbia, Maddalena riuscirà a garantire un finale... inaspettato.

Il Festival, che si articolerà in diverse rassegne locali fino al 5 luglio prossimo, coinvolge altre cinque compagnie: Teatro Veneto Città di Este, con Nudo alla meta e Quel sì famoso per la regia di Stefano Baccini e con Virgola per la regia di Alberto Baratella; Proposta Teatro Collettivo di Arquà Polesine, che al Festival presenterà la commedia Cocktail al circo, appositamente allestita per l'evento, con la regia di Giorgio Libanore; Il Portico - Teatro Club di Mirano con Nudo alla meta, con la regia di Gabriele Ferrarese; il Gruppo Teatro Altobello di Mestre con Quel sì famoso, per la regia di Carlo Persi; e Teatrotergola di Vigonza con Carte in tavola, anch'essa prodotta per il Festival, per la regia di Armando Marcolongo.
Nell'ambito delle celebrazioni per il cinquantenario della morte di Duse si è già svolto, lo scorso ottobre a Rovigo, un importante convegno di studi. L'Associazione Minelliana, inoltre, ha pubblicato la riedizione delle sue Commedie venete, a cura di Piermario Vescovo, docente dell'Università Ca' Foscari di Venezia, opera che sarà presentata nei prossimi giorni.

Per Maddalena occhi di menta al Teatro Sociale i biglietti sono in vendita a 9 euro (8 i ridotti) per platea, gradinata e posto palco, e a 7 euro (6 i ridotti) per loggia e loggione. Botteghino del Teatro aperto dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30, tutti i giorni escluso il lunedì; nei giorni di spettacolo apertura fino alle 22. Acquisti on-line su www.comune.rovigo.it, nello spazio dedicato al Teatro Sociale.
Informazioni sul festival nel sito www.fitaveneto.org. Un trailer dello spettacolo nel sito della compagnia www.teatroinsiemesarzano.it.