Wednesday 07 Dec 2022

You are here Compagnie Verona La Burla di Povegliano Veronese

La Burla di Povegliano Veronese

Anno di fondazione: 2008
Presidente: Bergamini Giorgio
Indirizzo: Via Pompei, 35 - 37064 Povegliano Veronese (VR)
Telefono: -
Facebook: -
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito web: www.laburla.it
Referenti: Luigi Zanon - 347 9240801 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Spettacoli disponibili


DOLCE ATTESA
di Luigi Zanon (lib. tratto da G. Feydeau)

Regia di -

Tipo di teatro: brillante, lingua

DOLCE ATTESADOLCE ATTESA    
Un parto anticipato dà sempre preoccupazione; e le preoccupazioni si moltiplicano per il povero Pierre alle prese con una mogliettina isterica e lagnosa, i suoceri indiscreti ed impiccioni, la levatrice burbera, la cameriera irriverente, il timballo di maccheroni, il vasino del nascituro e ... Insomma una "dolce attesa" che diventa, via via, un'attesa angosciante. E se fosse solo un sogno? O un incubo?... Nel susseguirsi di dialoghi serrati, di fraintendimenti, di colpi di scena e di deliziose situazioni comiche, costruite con geniale maestria, allo spettatore non resta che ridere ed applaudire.

NO GH'E' PACE IN AMOR (ci no barùfa fa la mufa)
di Luigi Zanon (lib.tratto da Molière)

Regia di -

Tipo di teatro: brillante, dialetto

NO GH'E' PACE IN AMORNO GH'E' PACE IN AMOR   FotoFoto  
Due celebri farse di Molière vengono fuse e concatenate in un unico originale spettacolo comico. Il vecchio borghese taccagno Gorgibus si dibatte tra le sue incertezze di uomo attempato alle prese con una giovane maliziosa e furbastra che lo vuole sposare per impossessarsi dei suoi beni (Il matrimonio per forza), mentre Sganarello (Il cornuto immaginario) e sua moglie Costanza sono entrambi coinvolti in movimentate scene sul rapporto di coppia e sulla gelosia. Insomma, un gioco di equivoci e di corna in una commedia-farsa che offre una piccola lezione di vita. La traduzione di Silveria Gonzato, in dialetto veronese parlato, ridà ai personaggi maggior credibilità e rende lo spettacolo ancor più spassoso e divertente.